L’avversario di sabato: il Sassuolo e il fuoco amico. The opponent of saturday: the Sassuolo and the friendly fire.

Avremmo evitato volentieri di parlare dell’addio di De Rossi, ma la situazione ci ha travolto. Spesso i romanisti che sostengono sempre e comunque la Roma si trovano davanti a interventi sbagliati nei tempi, nei modi e sotto l’aspetto tecnico che passano sopra la loro testa. E’ difficile così difendere la Roma. Siamo come i nazisti a Stalingrado con il generale Von Paulus che chiede cosa deve fare a Hitler, mentre è assediato dai russi e vede i suoi soldati essere decimati e la risposta è “Resistere, resistere, resistere”. Allo stesso modo, il presidente ci chiede di sostenere le cause della Roma come lo stadio e poi un paio di giorni dopo diamo l’addio a De Rossi. Chi ha preso questa decisione non può nascondersi all’estero, ma doveva essere lui a presentare la conferenza stampa di Daniele. Non doveva essere Fienga a spiegare una decisione che non condivideva. Ad ogni modo queste due partite contro avversarie emiliane devono essere affrontate giocando al nostro meglio, perché il Sassuolo sta giocando bene nonostante non abbia motivazioni di classifica, perché potrebbe essere un turno favorevole con il Torino che va a Empoli, l’Atalanta che va dalla Juventus e l’Inter che va a Napoli, perché soprattutto dobbiamo onorare al meglio le ultime 2 partite del nostro Capitano.

Il Sassuolo di De Zerbi gioca con il 433 con gli attaccanti sulla fascia con il piede incoerente con la fascia. Berardi è l’attaccante destro ed è mancino. Dobbiamo stare attenti soprattutto quando va da destra verso il centro per cercare il tiro a giro con il sinistro. Boga è più dribblomane e va più dritto. E’ l’attaccante sinistro, ma è destro. Lirola, che è il terzino destro, è più offensivo di Rogerio, ma non è ottimo nella fase difensiva, per questo ElSha deve cercare di puntarlo. Lo spagnolo può crossare per Babacar. Magnanelli e Sensi hanno un’ottima qualità di gioco, meno Duncan che però è migliore nel recupero palla e quando attacca. Uno con lo spirito agonistico di Duncan servirebbe anche alla Roma, per questo mi sento di suggerirlo (mi scuso se sulla immagine ho sbagliato a scrivere Demiral).

Per onorare al meglio il Capitano, dobbiamo giocare come se fosse una finale. Possiamo e dobbiamo vincere! Daje Roma!

We would have gladly avoided talking about De Rossi’s farewell, but the situation has overwhelmed us. Often the Romanists who always support Rome in any case face wrong interventions in terms of time, methods and the technical aspect passing over their head. It is therefore difficult to defend Rome. We are like the Nazis in Stalingrad with General Von Paulus asking what he must do to Hitler, while he is besieged by the Russians and sees his soldiers being decimated and the answer is “Resist, resist, resist”. Similarly, the president asks us to support the causes of Rome as the stadium and then a couple of days later we bid farewell to De Rossi. Whoever made this decision cannot hide abroad, but he had to present Daniele’s press conference. Fienga didn’t have to explain a decision he didn’t share. However, these two games against Emilian opponents must be played by playing at our best, because Sassuolo is playing well despite not having a ranking motivation, because it could be a favorable turn with Torino going to Empoli, Atalanta going from Juventus and Inter going to Naples, because above all we must best honor the last 2 games of our Captain.

De Zerbi’s Sassuolo plays with the 433 with the forwards on the wing with the foot incoherent with the side. Berardi is the right forward and is left-footed. We must be careful especially when he goes from the right towards the middle to look for the shot with the left. Boga is more dribblomane and goes more straight. He’s the left striker, but he’s right. Lirola, who is the right-back, is more offensive than Rogerio, but is not very good in defense, so ElSha must try to attack him. The Spanish can cross for Babacar. Magnanelli and Sensi have a very good quality of play, less Duncan but he is better in the recovery of the ball and when he attacks. One with the competitive spirit of Duncan would also serve Rome, which is why I would suggest him (I apologize if I wrongly wrote Demiral on the image).

To best honor the Captain, we must play as if it were a final. We can and must win! Daje Roma!

Giordano Sepi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.