Roma – Napoli 2-1

La Roma vince grazie ad un bellissimo gol di Zaniolo e il rigore realizzato da Veretout. Il gol del Napoli arriva su cross basso di Lozano e gol di Milik. In questo caso non mi sento di dare la colpa a Cetin (buon match), che non poteva fare molto in quella situazione, mentre tornava di corsa indietro a due metri dalla porta. L’errore è di squadra. Il gol è dovuto ad una pausa dopo la sospensione della partita per cori di discriminazione territoriale. Bisogna dire che c’è una grande differenza tra discriminazione territoriale e razziale, come ho spiegato con un commento su facebook e twitter. La discriminazione territoriale è legato alla rivalità sportiva. Andrebbe punita anche la Curva del Milan che canta “Le romane puttane e i figli conigli”, a meno che la discriminazione territoriale riguardi solo i napoletani, che li porta ad un atteggiamento vittimista, come se i napoletani vivessero una situazione di inferiorità, quando i cori ci sono per tutte le squadre e per tutte le città. Va fatto un discorso diverso per la discriminazione razziale come successo per Balotelli in Verona-Brescia. Quella è un’abitudine sbagliata da evitare assolutamente perché puzza di politica (che non dovrebbe entrare nel campo di calcio) e alla politica della peggior specie: fascismo e nazismo. E’ una cosa comunque di cui dobbiamo tenere conto in Curva perché adesso rischiamo la chiusura della stessa in Roma-Brescia, perché potevamo perdere la partita a tavolino e perché abbiamo avuto in ogni caso un contraccolpo psicologico. Già prima avevamo avuto un’altra pausa quando Meret (ottimo portiere) ha parato il primo rigore a Kolarov. Tra questo momento e la fine del primo tempo, il Napoli ha dominato prendendo anche due legni con Milik e Zielinski. Per il resto della partita, la Roma ha giocato meglio e meritato di vincere. Noi dobbiamo avere comunque più personalità e continuare col nostro spartito qualunque cosa succeda come è successo dopo l’intervallo. La chiave della partita sono stati Spinazzola e Zaniolo che hanno trovato Mario Rui (più abituato alla fase offensiva che alla fase difensiva). Il portoghese è stato comunque furbo a farsi fischiare tanti falli per contatti di poca entità. In generale, Rocchi ha arbitrato bene.

In campionato, la lotta per l’Europa riguarda momentaneamente 5 squadre (22 Roma, 21 Lazio, 21 Cagliari, 21 Atalanta, 18 Napoli) per 2 posti in Champions e 2 posti in Europa League. Siamo in piena bagarre. Non ci dobbiamo rilassare, ma dobbiamo continuare ad aggredire le partite come abbiamo fatto ultimamente, a partire dalla prossima sfida contro il Borussia Mönchengladbach al Borussia Park. Affrontiamo la prima in classifica in Germania che sabato ha battuto il forte Bayer Leverkusen 1-2, però stiamo mostrando grande qualità tecnica e grande carattere. Continuiamo così. Daje Roma!

Roma wins thanks to a beautiful goal by Zaniolo and the penaly realized by Veretout. Napoli’s goal came from Lozano’s low cross and Milik’s goal. In this case I don’t feel like blaming Cetin (good match), who couldn’t do much in that situation, as he ran fast to two meters from the goal. The mistake is by team. The goal is due to a pause after the suspension of the match due to territorial discrimination. It must be said that there is a big difference between territorial and racial discrimination, as I explained with a comment on facebook and twitter. Territorial discrimination is linked to sporting rivalry. The Curva del Milan should also be punished for singing “The Roman are whores and the sons are codards”, unless the territorial discrimination concerns only the Neapolitans, which leads them to a victimizing attitude, as if the Neapolitans lived a situation of inferiority, when the songs there are for all the teams and for all the cities. A different speech should be made for racial discrimination as happened for Balotelli in Verona-Brescia. That is a wrong habit to avoid absolutely because it smells like politics (which should not enter the football field) and the politics of the worst kind: fascism and Nazism. Indeed, it is something that we must take into account in Curva because now we risk closing it in Roma-Brescia, because we could have lost the game for decision extra-pitch and because we had in any case a psychological backlash. Already before we had another break when Meret (excellent goalkeeper) saved the first penalty to Kolarov. Between this moment and the end of the first half, Napoli dominated taking also two woodwinds with Milik and Zielinski. For the rest of the game, Roma played better and deserved to win. However, we must have more personality and continue with our script no matter what happens, like we do after the interval. The key of the match were Spinazzola and Zaniolo who found Mario Rui (more used to the offensive phase than to the defensive phase). The Portuguese, however, was smart to get so many fouls whistled for small contacts. In general, Rocchi has arbitrated well.

In the league, the fight for Europe temporarily concerns 5 teams (22 points Roma, 21 Lazio, 21 Cagliari, 21 Atalanta, 18 Napoli) for 2 places in the Champions League and 2 places in the Europa League. We are in bagarre. We must not relax, but we must continue to attack the games as we have been doing lately, starting with the next match against Borussia Mönchengladbach at Borussia Park. We face the first in the standings in Germany who beat the strong Bayer Leverkusen 1-2 on Saturday, but we are showing great technical quality and great personality. Let’s continue like this. Daje Roma!

Giordano Sepi

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

it_ITItalian
en_USEnglish it_ITItalian