Roma – Parma 2-1, De Rossi e un bilancio della stagione. Roma – Parma 2-1, De Rossi and a balance of the season.

E’ stata una partita giocata al piccolo trotto. Con troppi significati extrapartita per noi romanisti e senza motivazione per il Parma, con la salvezza già raggiunta. Nel prossimo paragrafo parleremo di Daniele, ma adesso fatemi parlare di Claudio Ranieri. In una situazione disperata, con un probabile declino finale, ha raccolto la sfida a casa sua, per la sua città e per la sua squadra. Ha cambiato la mentalità della squadra con un atteggiamento più attento in difesa. Ha fatto il possibile e, se fosse per me, gli avrei rinnovato il contratto anche per il prossimo anno. Quelle lacrime significano amore e la consapevolezza che non avrà più la possibilità di rappresentare i colori che tanto ama (io sinceramente spero che abbia un’ulteriore possibilità).

Daniele. Daniele sorride mentre tutti piangono. Cerca di consolarci col sorriso. Ha un carattere forte ed è ancora il più forte centrocampista al mondo (il più forte nell’attuale Roma). La squadra si affida a lui e lui, con carisma, gioca semplice con la consapevolezza di avere ancora i colpi del grande campione. E’ un giocatore ancora integro fisicamente e dalla qualità tecnica abbacinante che aumenta il rammarico per una scelta non solo cinica nei confronti suoi e di noi tifosi, ma anche stupida dal punto di vista tecnico. Non è un caso che prendiamo il gol di Gervy (che chiede scusa per amore per i nostri colori e i nostri tifosi riconoscono che lui ha fatto solo ciò che è giusto) arrivi quando il 16 è stato sostituito. Bellissima la coreografia della Curva Sud. Belli i nostri tifosi. Daniele lascia la fascia di capitano a Florenzi. Pellegrini segna nella sua partita d’addio come fece Daniele nell’addio di Totti. Ancora soffia il vento. Le bandiere a Roma sventolano ancora. Perotti ci fa vincere la partita come in quel Roma-Genoa 3-2 di due anni fa. E’ normale ripensare a quel giorno. Ci consola il fatto che quando ricorderemo questo triste giorno, ricorderemo una vittoria della Roma, come voleva Daniele, il nostro Capitano.

Arriviamo sesti. Meritiamo di arrivare sesti. Non abbiamo subito torti arbitrali, nè ci sono stati complotti contro di noi. Meritavamo questa posizione e questa posizione è stata. Ringraziamo Iddio che probabilmente il Milan verrà escluso dall’Europa e quindi partiremo dai gironi nell’Europa League.. Come ricordava Romanista Razionale su www.febbredaroma.it in un suo articolo: dobbiamo fare una cessione per 30/35 milioni prima del 30 giugno e senza Champions prima del 30 giugno 2020 dobbiamo già recuperare altri 40 milioni. E’ facile fare il paragone con il Napoli che con minori spese di noi si trova in una situazione migliore di risultati e di squadra (basta pensare che noi abbiamo ceduto Pjanic a 32 mln e loro Higuain a 93). La stagione è deludente e siamo tutti responsabili. Dal presidente, staff dirigenziale, staff tecnico al tifoso dell’ultima ora. Non è però tutto da buttare. Ad esempio, Pastore può essere valorizzato. La Roma ha una squadra di qualità, anche mettendo in preventivo alcune cessioni. Con una campagna acquisti ragionata (per me servono soprattutto testosterone e giocatori che recuperano palla a centrocampo) possiamo costruire una squadra in grado di competere per l’Europa League e lo scudetto. Daje Roma!

It was a game played on the little trot. With too many extragame meanings for us Romanists and without motivation for Parma, with the safety in Serie A already achieved. In the next section we will talk about Daniele, but now let me talk about Claudio Ranieri. In a desperate situation, with a probable final decline, he took up the challenge at his home, for our city and for our team. He changed the mentality of the team with a more attentive defense attitude. He did everything possible and, if it were up to me, I would have renewed his contract for next year as well. Those tears mean love and the knowledge that he will no longer have the opportunity to represent the colors he loves so much (I sincerely hope he has a further possibility).

Daniele. Daniele smiles while everyone cries. Try to console us with a smile. He has a strong character and is still the strongest midfielder in the world (the strongest in current Roma). The team relies on him and he, with charisma, plays simple with the knowledge that he still has the great champion’s shots. He is a player who is still physically intact and of a dazzling technical quality that increases the regret for a choice that is not only cynical towards him and us fans, but also stupid from a technical point of view. It is no coincidence that we take Gervy’s goal (who apologizes for his love of our colors and our fans recognize that he only did what is right) when the 16 was replaced. Beautiful the Curva Sud choreography. Our fans are beautiful. Daniele leaves the Florenzi captain’s armband. Pellegrini marks in his farewell game as did Daniele in Totti’s farewell. The wind is still blowing. The flags in Rome are still waving. Perotti makes us win the game like in that Roma-Genoa 3-2 two years ago. It is normal to think about that day. We are comforted by the fact that when we remember this sad day, we will remember a victory for Roma, as our Captain Captain Daniele wanted.

We arrive sixth. We deserve to arrive sixth. We have not been wronged arbitrators, nor have there been plots against us. We deserved this position and this position was. We thank God that Milan will probably be excluded from Europe and therefore we will start from the group stage in the Europa League. As Romanista Razionale on www.febbredaroma.it recalled in one of his articles: we must make a sale for 30/35 million before June 30 and without Champions before 30 June 2020 we must already recover another 40 million. It is easy to make the comparison with Napoli that with lower expenses than us is in a better situation of results and team (just think that we have sold Pjanic for 32 mln and they Higuain for 93). The season is disappointing and we are all responsible. From the president, managerial staff, technical staff to the last-minute fan. However, it is not to be thrown away. For example, Pastore can be enhanced. Roma has a quality team, including some transfers. With a reasoned buying campaign (for me, testosterone and players who recover the ball in midfield are mainly needed) we can build a team that can compete for the Europa League and the Scudetto. Daje Roma!

Giordano Sepi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.