L’avversario di domenica: il Genoa

La Roma va al Marassi per affrontare il Genoa, mentre la Juve ospita in casa il Bologna e le altre hanno confronti più o meno facili (Lazio-Crotone; Napoli-Sampdoria e Milan-Cagliari). In via eccezionale siamo gli unici tra le prime a giocare fuori casa. Fondamentale è quindi vincere in un confronto più difficile rispetto le nostre avversarie in classifica. Dal Genoa hanno già perso Milan    (3-0) e Juve (3-1),  anche in modo rotondo. E’ una sfida difficile ma è possibile la nostra vittoria, se capiamo che non solo possiamo dominare la partita, ma anche essere capaci di soffrire senza cedere. E’ una partita aperta: loro attaccheranno anche a costo di disunirsi, il che favorisce le nostre possibilità in contropiede. E’ importante che gli esterni abbiano bene in mente che hanno sempre due opzioni: va bene se Diego preferisce l’assist, ma anche Stephan non deve cercare il tiro per forza, ma anche l’assist per Edin. Loro giocheranno aperti, bisogna fare l’assist, invece di cercare tiri troppo difficili, bisogna saper tirare con precisione e forza. Si può riuscire anche a imporre il nostro gioco con pressing-recupero-possesso-tiro-pressing-recupero, più recuperiamo palla alti, più possiamo avere facili occasioni da gol, segnare e risegnare. Ci saranno i nostri soliti generosi tifosi romanisti a supporto di una squadra che deve affrontare con il massimo impegno una partita difficile, ma alla portata.

 

Il Genoa gioca con un 3-4-3 che in fase difensiva si trasforma in 4-4-2 o 4-5-1. Il gioco si sviluppa soprattutto sulle fasce, soprattutto sulla fascia sinistra con Laxalt che spinge parecchio. Il giocatore più pericoloso là davanti è Simeone che viene servito spesso e volentieri, ma anche Ninkovic e Ocampos possono cercare il tiro. Munoz e Izzo impostano di solito sulle fasce. Ci sono praticamente due catene di gioco ; Izzo-Lazovic-Ninkovic e Munoz-Laxalt-Ocampos. Si può pressare e recuperare palloni sia su Burdisso che su Ntcham. Siamo bravi in questa fase: sfruttiamola. Rigoni di solito si inserisce dal centrocampo in attacco. Va marcato soprattutto sui cross dall’esterno. Di solito giocano molto coordinati, nonostante ciò spesso si disuniscono, soprattutto a fine partita, danno spazio al contropiede. Bisogna provare ad attaccare e segnare in questi casi.

E’ una sfida difficile ma possiamo segnare, risegnare e vincere la partita. E’ una partita difficile, ma se vogliamo cullare i nostri sogni ambiziosi, si devono vincere soprattutto questi match. Andiamo a vincere! Daje Roma!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

it_ITItalian