Roma – Torino 4-1

La Roma vince bene con il Torino, con Juventus e Napoli che vincono le loro  rispettive sfide ( Juve-Palermo 4-1, Chievo-Napoli 1-3). La Roma parte dal primo minuto con qualche cambio ( giocano Szczesny, Juan Jesus, Paredes e Salah): il risultato non cambia. Dopo 17 minuti, i giallorossi sono in vantaggio 2-0, con bellissimo gol di Dzeko e raddoppio di Salah. La coppia davanti dà soddisfazione. Come a loro bisognerà dare riposo ad altri eterni titolari come Nainggolan, Manolas, Strootman. Emerson Palmieri. Non cambierei Bruno Peres e Paredes che sembra abbiano buona gamba e hanno bisogno di partite per acquisire maggiore fiducia e forma.  Tutti hanno giocato bene. Dispiace per il gol subito (autore: Maxi Lopez), in cui siamo stati un po’ distratti. Per il resto abbiamo vinto la partita, concludendo con un 4-1 molto cinico, in cui il Toro ha fatto tanto possesso, soprattutto sterile. Nel frattempo, il Villareal acciuffava per i capelli una vittoria all’ultimo respiro in casa del Real Sociedad a San Sebastian: una sfida molto importante per la qualificazione europea il prossimo anno. L’autore del gol è Castellejo (0-1). L’impressione è che sia una squadra più forte del nostro risultato dell’andata (0-4), quando forse siamo stati troppo sottovalutati. Rimane il fatto che giovedì sarà sfida vera. Non va presa sicuramente come un’amichevole di poco conto. Il giorno prima la Juventus andrà a Oporto dal Porto: sfida molto difficile, ma per loro molto importante. Lo è anche per noi, sia per il discorso Ranking UEFA, sia perchè una Juve senza la Champions, completamente concentrata sul Campionato, sarebbe il colpo finale per lo scudetto 2016/17, con la possibilità già a marzo che il verdetto sia sentenziato. La Fiorentina affronterà il Borussia M., forte del risultato positivo dell’andata (0-1). Per loro vale lo stesso discorso fatto sulla Juve per il Ranking UEFA: è importante che passino il turno. Le ultime parole le uso per due personaggi a cui sono affezionato. Il primo è Florenzi, a cui gli auguro di ritrovare presto il campo al massimo della forma. Ci ha dedicato prima della partita “Il giorno di dolore che uno ha” di Ligabue. Da parte mia, è stata una dedica molto apprezzata. Spero che non si deprima. E’ giovane e può fare ancora tanto. Il secondo è Zeman che nuovo allenatore del Pescara ha umiliato il Genoa con un roboante 5-0. Pescara sembra proprio la sua piazza. La salvezza per i biancazzurri sembra razionalmente impossibile, ma forse il boemo ha altri conigli da togliere dal cilindro. Ora testa al Villareal, pronti ad affrontare il ritorno con serietà e concentrazione per vincere. Daje Roma!

Giordano Sepi

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

it_ITItalian