L’avversario di domenica: la Lazio

La Roma affronta il derby, con la Juve che va a giocare a Bergamo e il Napoli che va a San Siro contro l’Inter. Tre diverse partite, tutte difficili per le squadre al vertice. Già da domenica sera avremo un’idea più chiara su questo finale di Campionato. Passa in secondo piano se guardarsi avanti o guardarsi indietro, in una partita dove per noi è imperativo vincere, ma per riuscirci, dobbiamo sapere giocare quadrati: spavaldi nelle azioni di attacco e attenti quando c’è da difendere. Loro giocheranno soprattutto difesa e contropiede. Sono particolarmente veloci e pericolosi in contropiede, quindi bisogna saper attaccare, impostando il nostro solito copione pressing-recupero-possesso-tiro-pressing-recupero, ma anche saper usare la stessa concentrazione nel tornare indietro e difendere. E’ tornata la Curva Sud: è ormai un dato di fatto. Spero che ci sia una coreografia. L’urlo della Sud può aiutare nell’impresa.

La Lazio schiera un 3-4-2-1 molto dinamico e asimmetrico. De Vrij e Hoedt sono due difensori centrali, mentre Radu può fare sia il centrale, che giocare sulla fascia come terzino. Sulla destra, i giornali e i siti danno F. Anderson esterno destro. Potrebbe essere una decisione razionale per farlo partire da più dietro, liberandolo da possibili marcature ad uomo. Rimane il dubbio sulla sua fase difensiva, ma è un discorso valido anche per l’alternativa J. Lukaku. Sulla loro destra, sulla nostra sinistra, dobbiamo saper attaccare anche coi terzini: una superiorità numerica su quella fascia può essere decisiva. Biglia è il playmaker. Parolo recupera palloni e cerca l’inserimento e Lulic fa il doppio lavoro di centrocampista centrale e di esterno sinistro. Anche su questa fascia si può attaccare. Davanti ci sono i 3 uomini in maggiore forma: Sergej che può fare sia il mediano che giocare d’attacco, Keita, che deve essere raddoppiato e Immobile assolutamente da tenere d’occhio.

Paradossalmente per l’importanza che danno le 2 squadre alla partita per motivi di classifica, il match è meno pesante emotivamente. E’ una sfida difficile contro un’ottima squadra, ma abbiamo già dimostrato e siamo in grado di fare nostra la partita e portare a casa i 3 punti. Andiamo a vincere! Daje Roma!

Giordano Sepi

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

it_ITItalian