Fiorentina – Roma 7-1

Partiamo dal risultato: limpido, evidente e meritato. La Fiorentina ha fatto quello che nell’analisi pre-match proponevo facesse la Roma: difesa e ripartire in contropiede. E’ stata spietata. Giustamente. Viene da domandarsi come possiamo preparare la partita col Milan dopo questo precedente.

Se non marchiamo il centrocampista. giochiamo con la difesa alta e non facciamo bene nemmeno la tattica del fuorigioco è normale che l’attaccante si presenti facilmente davanti al portiere.

La reazione è stata solo nervosa. Per certi versi, è pure comprensibile l’espulsione di Dzeko che ha cercato una reazione della squadra come fanno spesso i coach di basket quando prendono il fallo tecnico o l’espulsione per cambiare l’inerzia della partita.

Molto spesso ho visto errori tecnici grossolani: passaggi di 3 metri sbagliati, mancate marcature, insomma gravi carenze tecniche che leggendo la formazione, non pensavo ci potessero essere.

Per quanto noi tutti siamo portati dopo un risultato del genere alla rabbia e all’insulto al singolo giocatore, l’atteggiamento deve essere di incoraggiamento soprattutto per la giovane età dei giocatori che potrebbero essere aiutati solo dall’incoraggiamento e potrebbero deprimersi ulteriormente per un insulto.

E ora la partita col Milan (fondamentale per la stagione) come la affronti? Sinceramente stamattina mi sono domandato se andare allo stadio domenica perché. non solo ne risente la squadra di un risultato del genere, ma anche tutta la città ne può risentire psicologicamente, peggiorando la situazione mentale della partita, che sarebbe stata comunque difficile, ma così sembra impossibile. Io andrò allo stadio per ricordare De Falchi come hanno chiesto i leader della Curva Sud, e poi perché penso che una reazione ci deve essere, una reazione che non deve essere solo nervosa, ma anche tecnica. La cattiveria da mettere sul campo non bisogna usarla contro compagni o arbitro, ma nella partita per marcare e rubare palla all’avversario. Daje Roma!

Let’s start with score: clear, evident and deserved. Fiorentina has done what in the pre-game analysis I proposed made Roma: defense and counter attack. She was ruthless. Rightly. One wonders how we can prepare the game with Milan after this precedent.

If we do not mark the midfielder. we play with the high defense and we do not well even the tactics of offside is normal that the forward is easily present in front of the goalkeeper.

The reaction was only nervous. In some ways, it is also understandable the expulsion of Dzeko who sought a reaction from the team as often do the basketball coaches when they take the technical foul or the expulsion to change the inertia of the match.

Very often I have seen gross technical errors: 3 meters wrong pass, missed markings, in short, serious technical shortcomings that reading the formation, I did not think there could be. As we all are brought after such a result to anger and insult to the individual player, the attitude must be encouraged especially for the young age of the players who could only be helped by encouragement and may be further depressed. for an insult.

And now the match against Milan (fundamental for the season) how do you prepare with it? Honestly this morning I wondered if to go to the stadium on Sunday because. not only is the team affected by such a result, but also the whole city can suffer psychologically, worsening the mental situation of the match, which would have been difficult, but it seems impossible. I will go to the stadium to remember De Falchi as the leaders of the Curva Sud have asked, and then because I think there must be a reaction, a reaction that must not only be nervous but also technical. The badness to put on the field should not be used against teammates or referees, but in the game to mark and steal the opponent’s ball. Daje Roma!

Giordano Sepi

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.