L’avversario di domenica: la Juventus. The opponent of sunday: the Juventus.

Il primo fattore da considerare nelle partite contro la Juventus è l’arbitro. Voglio essere molto chiaro: pretendo che l’arbitraggio sia IMPARZIALE. La Juve è una squadra fortissima e può vincere anche senza errori arbitrali. Proprio per questo motivo, la Roma se vuole vincere (e per la classifica, per ambizione, per rispetto delle nostre qualità tecniche, dobbiamo vincere), deve mettere in campo il massimo impegno, la massima concentrazione, il massimo coraggio. E’ una squadra fortissima e in grande forma, ma noi possiamo vincere. Non impossibile, ma comunque difficile. Difficile, ma comunque non impossibile.

Sarri mette in campo la Juventus con il 4312. Cuadrado è la chiave del loro gioco. In fase offensiva, è bravo nel dribbling ed è molto veloce. Dobbiamo stare molto attenti sulla nostra sinistra. Alex Sandro o Danilo attaccano di meno, ma sono meno bravi in fase difensiva, dove Zaniolo e Florenzi (o Spinazzola) possono bucarli [Cuadrado nella Juventus è molto migliorato in fase difensiva, come vedremo per Pjanic e per Szczesny, quando gioca palla al piede. Sotto questo aspetto (nel miglioramento dei punti deboli dei giocatori), la Juventus è spettacolare ed un modello da imitare]. Possiamo bucarli anche sulla nostra sinistra, avvalendoci della buona intesa tra Perotti e Kolarov. Rabiot, Pjanic e Matuidi sono molto bravi nel passing game. E’ una squadra che fa tanto possesso, ma poi hanno difficoltà nel recupero palla. L’unico a centrocampo che recupera palla è Pjanic: molto migliorato in fase difensiva rispetto a quando giocava con noi. Il bosniaco però è molto lento e si può marcare facilmente. Szczesny è migliorato con la palla tra i piedi, ma se facciamo bene il pressing (e noi lo facciamo bene) e lo costringiamo ad impostare, può fare errori imperdonabili (per loro). Ronaldo attacca dalla sinistra, cercando di tirare con il destro, con cui è micidiale. Per personalità e qualità tecniche, è uno dei giocatori che ti rimangono nella memoria anche quando da vecchio lo racconti ai nipotini. L’errore peggiore contro di lui è indietreggiare. Rimaniamo fermi. Vediamo il movimento e poi prendiamogli palla. Questo è comunque il piano B. Il piano A è anticipo, anticipo, anticipo. Dybala usa solo il sinistro, ma con quel piede è fortissimo: copriamogli il sinistro. Infine, c’è il ballottaggio tra Ramsey e Higuain. Ramsey è un centrocampista offensivo, bravo con entrambi piedi, non in perfetta forma. Gonzalo ha una migliore forma. E’ un attaccante centrale. Forte sui cross. Bravo come regista offensivo. Penso che comunque la Juventus preferirà Ramsey per non sbilanciarsi troppo. Possiamo costruire il gioco con attenzione. Loro sono bravi nel fare pressing, ma noi possiamo essere più bravi nel possesso. Ricordiamoci che se costruiamo dalla difesa, il pressing degli avversari è una coperta corta, quindi dobbiamo avere coraggio nella costruzione. Ricordiamoci comunque che possiamo anche lanciare lungo su Dzeko (fondamentale il confronto con Demiral, difensore molto duro, forse falloso) o su Zaniolo. La nostra chiave della partita potrebbe essere ucciderli sulla loro tattica del fuorigioco, in cui Bonucci (per impostazione e fase difensiva, uno dei migliori difensori della storia d’Italia) non è perfetto.

Per rispetto delle nostre ambizioni e delle nostre qualità tecniche possiamo vincere. Io sono sicuro che siamo superiori ed è una consapevolezza che deve essere anche dei giocatori e di tutti i tifosi romanisti. Dovremo avere coraggio perché l’avversario è fortissimo. Lavoriamo durante la settimana soprattutto sugli esterni a piede invertiti [Ronaldo parte da sinistra, ma è destro (bravo anche col sinistro) e Dybala parte da destra, ma è sinistro]. Tifosi, staff tecnico e giocatori devono farsi coraggio, darsi una mano, aiutarsi, perché la vittoria è difficile, ma è possibile. Tutti insieme possiamo vincere. Daje Roma!

The first factor to consider in matches against Juventus is the referee. I want to be very clear: I claim that referee is IMPARTIAL. Juve is a very strong team and can win even without refereeing errors. Precisely for this reason, if Rome wants to win (and for the ranking, out of ambition, out of respect for our technical qualities, we must win), it must put in place the maximum effort, the maximum concentration, the maximum courage. It’s a very strong team and in great shape, but we can win. Not impossible, but still difficult. Difficult, but still not impossible.

Sarri puts Juventus on the pitch with 4312. Cuadrado is the key to their game. In the offensive phase, he is good at dribbling and is very fast. We must be very careful on our left. Alex Sandro or Danilo attack less, but are less good in the defensive phase, where Zaniolo and Florenzi (or Spinazzola) can puncture them [Cuadrado in Juventus has improved a lot in the defensive phase, as we will see for Pjanic and Szczesny, when he plays ball with foot . In this respect (in improving the players’ weak points), Juventus is spectacular and a model to imitate]. We can also puncture them on our left, taking advantage of the good understanding between Perotti and Kolarov. Rabiot, Pjanic and Matuidi are very good at passing game. It is a team that makes a lot of possession, but then they have difficulty in recovering the ball. The only one in midfield who recovers the ball is Pjanic: much improved in the defensive phase compared to when he played with us. The Bosnian, however, is very slow and can be easily marked. Szczesny has improved with the ball between his feet, but if we do the pressing well (and we do it well) and force him to build play, he can make unforgivable mistakes (for them). Ronaldo attacks from the left, trying to shoot with the right, with which he is deadly. For personalities and technical qualities, he is one of the players who remain in your memory even when you tell his grandchildren when you are old. The worst mistake against him is to step back. Let’s stay still. Let’s see the movement and then take the ball. This is however plan B. Plan A is anticipate, anticipate, anticipate. Dybala uses only his left foot, but with that foot he is very strong: let’s cover his left. Finally, there is the runoff between Ramsey and Higuain. Ramsey is an offensive midfielder, good with both feet, not in perfect shape. Gonzalo has a better shape. He is a central striker. Strong on crosses. Bravo as an offensive playmaker. However, I think Juventus will prefer Ramsey not to get too unbalanced. We can build the game carefully. They are good at pressing, but we can be better at possession. Let us remember that if we build from defense, the pressing of the opponents is a short blanket, So we must have courage in construction. Remember, however, that we can also launch long on Dzeko (the match with Demiral, a very hard defender, perhaps makes many fouls is fundamental) or on Zaniolo. Our key to the game could be killing them on their offside tactics, in which Bonucci (by building play and defensive phase, one of the best defenders in the history of Italy) is not perfect.

Out of respect for our ambitions and technical qualities, we can win. I am sure that we are superior and it is an awareness that must also be of the players and of all the Roma fans. We will have to have courage because the opponent is very strong. We work during the week especially on the wings with inverted feet [Ronaldo starts from the left, but is right (also good with the left) and Dybala starts from the right, but is left]. Fans, technical staff and players must take courage, lend a hand, help each other, because victory is difficult, but it is possible. Together we can win. Daje Roma!

Giordano Sepi

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.