Sassuolo – Roma 4-2

Sempre splendidi i tifosi romanisti in trasferta, nonostante si siano dovuti sorbire una Roma che non è scesa in campo nel primo tempo e dopo mezz’ora era sotto 3-0 (2 Caputo, Djuricic).

Noi siamo partiti aggressivi ma sterili e il Sassuolo ci ha punito in contropiede soprattutto perché non siamo riusciti nella tattica del fuorigioco (da migliorare urgentemente).

Nel secondo tempo, la Roma attacca con più convinzione e segna con Dzeko (3-1), poi c’è il cartellino rosso per doppio cartellino giallo a Pellegrini. Tra il 73esimo e il 74esimo si gioca la partita, prima il rigore per noi, realizzato da Veretout (3-2), poi il gol di Bogà che si porta il pallone sul sinistro (e l’avevo detto) e tira a giro sul secondo palo. 4-2 e partita finita.

Pairetto ha sbagliato diverse volte. Forse nell’occasione del gol di Dzeko, c’era poco prima una posizione di fuorigioco di Smalling (ma le immagini non chiariscono). Sicuramente la decisione del rosso per Pellegrini appare fiscale. A mio avviso, c’è rigore anche all’83esimo quando un difensore del Sassuolo colpisce con la mano la palla che sta andando verso la porta, ma non c’è chiarezza sui falli di mano quest’anno. Non si capisce quando è da fischiare o meno e urge un parere vincolante o dell’International Board o dell’AIA. Quando ho fatto presente questo episodio ad un utente di Twitter, mi ha detto che sono di parte e l’ha paragonato al fallo di mano di Allan in Napoli-Fiorentina, ma i due episodi sono molto diversi (in questo caso la palla non sta andando verso la porta ad esempio).

Sicuramente la Roma deve lavorare sugli aspetti del campo che può migliorare e lasciare perdere giustificazioni su decisioni dell’arbitro. Abbiamo sbagliato approccio, giocando il primo tempo in maniera molle, con possesso palla inutile, senza nessuno che cercava l’uno contro uno. Dobbiamo ASSOLUTAMENTE migliorare la tattica del fuorigioco che oggi abbiamo sbagliato tante, troppe volte.

Il secondo tempo fa ben sperare perché abbiamo avuto una reazione, ma è troppo poco. Bene Dzeko, Bruno Peres, Spinazzola e Kluivert. Dobbiamo premiare più spesso Kluivert con il dai-e-vai. Dobbiamo essere più umili e guadagnarci la vittoria centimetro dopo centrimetro, minuto dopo minuto.

E’ inutile adesso pensare alla classifica e alle ambizioni. Pensiamo partita per partita. TESTA AL BOLOGNA. Possiamo batterli? Lo dobbiamo dimostrare sul campo. Daje Roma!


The Roma fans away were always splendid, despite having had to put up with a Roma that didn’t take the field in the first half and after half an hour it was under 3-0 (2 Caputo, Djuricic).

We started aggressive but sterile and Sassuolo punished us on the counterattack mainly because we didn’t succeed in offside tactics (to be improved urgently).

In the second half, Roma attack with more conviction and score with Dzeko (3-1), then there is the red card for double yellow card to Pellegrini. Between the 73rd and the 74th the game is played, first the penalty for us, made by Veretout (3-2), then the goal of Bogà who brings the ball to the left (and I said it) and shoots around second post. 4-2 and game over.

Pairetto has made several mistakes. Perhaps on the occasion of Dzeko’s goal, there was an offside position of Smalling just before (but the images do not clarify). Certainly the red decision for Pellegrini appears fiscal. In my opinion, there is a penalty even at the 83rd when a Sassuolo defender hits the ball with his hand that is going towards the goal, but there is no clarity on hand fouls this year. It is not clear when there is a whistle or not and a binding opinion from the International Board or the AIA is urgently needed. When I mentioned this episode to a Twitter user, he told me that I am not impartial and compared it to Allan’s hand ball in Napoli-Fiorentina, but the two episodes are very different (in this case the ball is not going to the goal for example).

Certainly Roma must work on the aspects of the pitch that can improve and let go of justifications on the referee’s decisions. We made the wrong approach, playing the first half softly, with useless ball possession, without anyone looking for one against one. We must ABSOLUTELY improve the offside tactics that today we have made many mistakes, too many times.

The second half bodes well because we have had a reaction, but it is too little. Well Dzeko, Bruno Peres, Spinazzola and Kluivert. We have to reward Kluivert with the give-and-go more often. We must be more humble and earn the victory centimeter by centimeter, minute by minute.

It is useless now to think about the table and ambitions. We think game by game. HEAD TO BOLOGNA. Can we beat them? We have to prove it on the field. Daje Roma!
Giordano Sepi

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.