L’avversario di domenica: l’Inter.

Come da filosofia di Conte, anche in fase di non possesso preferiscono fare un passo avanti piuttosto che un passo indietro. Quindi aspettiamoci pressing. Sappiamo però che se riusciamo a superare il pressing, possiamo contrattaccare.

Spingono sulla destra con Moses che poi crossa al centro. Quando crossano dobbiamo stare attenti non solo a Romelu Lukaku e Lautaro Martinez, ma anche a Biraghi o Young (l’ala sinistra). Quindi è importante la partita della nostra ala sinistra per contenere Moses e della nostra ala destra sugli inserimenti di Biraghi. Potrebbero anche scegliere di far giocare come ala sinistra Young, in questo caso attaccheranno pure sulla nostra destra, loro sinistra, ma l’inglese non assicura la copertura difensiva di Biraghi. Lo stesso discorso si può fare per Moses: se lo attacchiamo, possiamo metterlo in difficoltà.

Un altro aspetto molto importante è il duello tra Dzeko e De Vrij. E’ essenziale che il nostro Bomber vinca il confronto, sia quando attacchiamo, sia quando lanciamo lungo per uscire più facilmente dal pressing.

Dovremo stare molto attenti anche su Eriksen, Lautaro Martinez e Romelu Lukaku. Il danese è un centrocampista offensivo bravo nei cross e nei tiri da fuori, a cui piace giocare soprattutto sul centrosinistra. L’argentino è veloce e bravo di testa. Il belga è bravo soprattutto nel gioco spalle alla porta. E’ forte anche di testa. Complessivamente, la sua principale arma è la potenza fisica.

Di solito rimangono con Brozovic più indietro, mentre dobbiamo stare attenti sull’altro centrocampista (o Gagliardini o Barella) che attacca senza palla.

E’ una partita molto difficile ma che noi possiamo vincere . E’ fondamentale fare la scelta giusta in fase offensiva tra ultimo passaggio e tiro. Ma se scegliamo di tirare, dobbiamo farlo in modo convinto. Possiamo vincere. Daje Roma!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

it_ITItalian
en_USEnglish it_ITItalian