L’avversario di domenica: il Parma.

Il 433 di D’Aversa è pericoloso in ripartenza, specialmente in contropiede, quando possono scatenare la velocità e il dribbling di Karamoh, di Mihala e di Gervinho.

In costruzione cominciano con Sepe con i difensori centrali allargati e cercano di costruire con i terzini, in particolare con Conti. Se i terzini sono marcati, cercano il lancio lungo.

In attacco, sono pericolosi sia con l’ala destra Karamoh (destro), che può cercare il tiro anche con il sinistro, sia con l’ala sinistra, Gervy (destro), che preferisce quando dalla fascia va verso il centro, in particolare quando parte dalla sinistra. Gervy (nostro vecchio amico) è molto veloce e bravo nel dribbling, mentre è un caso fortuito, se gli viene bene il tiro.

La profondità. In attacco cercano spesso lanci lunghi per i tre attaccanti molto veloci(paragonati da Edoardo Testoni, telecronista DAZN, a delle Formula 1). I tre attaccanti possono scambiare la posizione. Mihaila è un’ala sinistra, pericolosa soprattutto quando parte da sinistra per andare verso il centro e cercare il tiro di destro. Invece, Inglese ha le caratteristiche normali della punta centrale (bravo a far salire la squadra col fallo quando lanciano lungo dalla difesa e pericoloso sui cross per la testa).

Brugman è il playmaker. Di solito, fa passaggi corti, nell’immagine ho messo i lanci lunghi per le Formula 1 perchè è la tattica con cui sono più pericolosi.

Sui calci d’angolo, marcano a uomo con 2 uomini a zona.

Sui calci di punizione da cross possono mettersi molto bassi (molto vicini alla porta) per non dare profondità alla squadra d’attacco. In questo caso proviamo soluzioni alternative come il terzo tempo o il tiro da fuori.

Dobbiamo essere concentrati e determinati perché affrontiamo un club con l’acqua alla gola, ma è nostro dovere metterci tutto l’impegno e sconfiggerli. Daje Roma!

Giordano Sepi

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

it_ITItalian