L’avversario di domenica: lo Spezia.

Affrontiamo l’ultima giornata col destino dell’Europa del prossimo anno nelle nostre mani. Se vinciamo, siamo sicuri della Conference League. E’ anche vero che affrontiamo una squadra senza pressioni e che vorrà fare bella figura a casa sua.

Gli spezzini giocano in modo spavaldo, attaccano anche coi terzini, cercano il dominio del campo anche con una linea difensiva molto alta (che noi possiamo punire in contropiede). Hanno un playmaker molto bravo come Ricci (romano, romanista e da cui ci aspettiamo il meglio). Due centrocampisti che sono pericolosi quando si inseriscono (specialmente Maggiore). Il terzino sinistro, Bastoni, che è molto bravo con il cross.

I giocatori più pericolosi sono le due ali (Verde e Agudelo o Gyasi). Principalmente l’ala destra, Verde (altro ex-Roma) è in buona forma, principalmente sinistro, è bravissimo quando va verso il centro per cercare il tiro (di solito il tiro a giro), ma può cercare anche l’assist con il destro. Il gioco parte grazie al triangolo con Vignali ed Estevez. Come ala sinistra ricordiamoci che Agudelo è sinistro, mentre Gyasi è destro. Il ghanese è pericoloso soprattutto sui cross di Verde o Vignali (il terzino destro).

Ho già scritto che dobbiamo punire in contropiede lo Spezia, ciò non toglie che in alcune fasi possiamo dominare il campo, giocare d’attacco e pressare. Siamo all’ultima curva prima della fine. E’ doveroso mettere l’anima in questa partita perché stiamo lottando per l’Europa, perché dobbiamo avere un’alta cultura sportiva, per rispetto verso Fonseca e in prospettiva Mourinho. Andiamo a vincere. Daje Roma!

Giordano Sepi

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

it_ITItalian