Sassuolo-Roma 2-2 e Verona.

Iniziamo col dire che Guida ha arbitrato molto bene. La Roma affrontava una buona squadra come il Sassuolo, però superando il pressing palla a terra potevamo trovarli in inferiorità numerica. La Roma non ci è riuscita per una gestione complessiva approssimativa della partita. Errori molto evidenti. Passaggi facili sbagliati. Numerosi errori tecnici. Ci hanno salvato gli ultimi 5 minuti, giocati veramente bene, anche perché è entrato un volenteroso Veretout, autore del cross su cui Cristante firma il definitivo 2-2.

Sono d’accordo con tutti sul fatto che la Roma sta giocando male, ma per me il problema non è nelle capacità dei giocatori. I giocatori sono buoni. Nel postpartita con il Genoa, Mourinho ha detto che finalmente ha visto una panchina di livello. Semplicemente non stiamo portando in campo i nostri veri valori: stiamo underperformando. Dobbiamo assolutamente migliorare nella concentrazione e nella grinta in campo.

L’Emilia fu un esempio per tutta l’Italia nel modo in cui si ribellò al fascismo con la Resistenza e per il fatto di aver consegnato le armi agli Alleati, come abbiamo scritto nel prepartita con il Genoa. La via della pace è la via maestra per l’evoluzione e in generale la prosecuzione del genere umano, anche per la crisi in Ucraina. La tecnologia ha permesso la costruzione di armi sempre più evolute e distruttive e adesso se i nostri governanti decidessero di avviare la guerra è possibile che l’uomo si autodistrugga.

Il genere umano sta vincendo la battaglia con il COVID proprio grazie alla collaborazione e alla co-gestione di tutto il mondo. Stessa collaborazione, cooperazione e co-gestione serve per ricreare dialogo e quindi pace per l’Ucraina. In passato avevo auspicato l’entrata della Russia e quindi dell’Ucraina nell’Unione Europea. Come spiegai, ciò è un’operazione molto difficile anche per la natura novecentesca della NATO, struttura impolverata perché legata ancora all’idea della Russia come nemico come quando aveva un sistema economico, sociale e politico completamente opposto all’Occidente quando si chiamava URSS. Adesso la situazione è molto diversa.

Una grande città tra le più vicine dall’Italia all’Ucraina è Verona. Verona è una città meravigliosa con diversi scorci medievali spettacolari. L’Hellas Verona è una buona squadra con un tifo molto caldo che hanno una visione del mondo veramente originale e bizzarra (sono nazifascisti).

La tattica:

Tudor schiera il 3421. Fanno pressing, ma sono soprattutto pericolosi in contropiede.

Sono bravi in particolare sulla loro sinistra con il dialogo Lazovic-Caprari e con il cross di Lazovic non solo per Simeone (molto bravo di testa), ma anche per Caprari o per il terzino destro che può essere Faraoni o Depaoli.

Caprari è pericoloso con l’assist di destro, ma principalmente col tiro a giro. Anche Barak va sulla sinistra per fare la parete del triangolo per Lazovic. Ultimamente anche il terzino destro Depaoli (di solito più bravo in fase difensiva) sta prendendo confidenza con la fase offensiva.

Su calcio d’angolo, cercano schemi particolari come il passaggio rasoterra per Ilic, ma hanno anche molti buoni colpitori di testa.

Marcano a uomo sui calci d’angolo.

Non mi aspetto una partita straordinaria dei nostri. Dobbiamo assolutamente migliorare in vista dell’Atalanta tra 2 settimane e questa partita può essere una tappa importante nel percorso di miglioramento. L’avversario è tosto e dobbiamo mettere in campo il nostro meglio. L’arbitro sarà di nuovo sotto osservazione. Ma noi dovremo giocare meglio rispetto all’ultima in Emilia. Daje Roma!

Giordano Sepi

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

it_ITItalian