Parma – Roma 2-0

Tante occasioni per la Roma (sulla ribattuta sul palo colpito da Kolarov, Pastore tira a botta sicura, ma Sepe fa un miracolo). Pochi giocatori usati (inspiegabile la panchina per Florenzi, se non per un litigio dopo l’errore in Roma-‘gladbach 1-1, ma è una mia supposizione). Tanti infortunati. Forse Cengiz poteva giocare dall’inizio, anche se Pastore non ha giocato male, tenendo conto, che già con il ‘gladbach, Perotti non era in forma. Probabilmente ho sbagliato anche io quando ho suggerito l’extrapass, nel momento decisivo della partita non abbiamo tirato davanti al portiere come mi hanno fatto notare il mio amico Alessandro e @gizzo97. Pochi minuti dopo è arrivato il gol di Sprocati, che sostituiva l’infortunato Gervinho.

Tante occasioni anche per loro. Il Parma è una buona squadra, ha già pareggiato con l’Inter a San Siro e sarà sempre un difficile avversario per tutti. Anche noi potevamo sbloccare la partita. L’efficacia fa la differenza come in Roma-Atalanta 0-2.

Il gol di Cornelius arriva quando noi stiamo tentando l’ultimo disperato assalto e loro sfruttano un due contro uno in fase offensiva.

E’ stata una partita che con un pizzico di fortuna in più dalla nostra parte potevamo vincere (dobbiamo essere più cinici e vincere anche questo tipo di partite in cui non meritiamo la vittoria). In Serie A, siamo al sesto posto, contando lo scontro diretto sfavorevole con i bergamaschi (Juventus 32, Inter 31, Cagliari 24, Lazio 24, Atalanta 22, Roma 22, Napoli 19). In Europa League dobbiamo ancora conquistare la qualificazione (Istanbul Basaksehir 7, Borussia M’gladbach 5, Roma 5, Wolfsberg 4), dove a questo punto è fondamentale portare a casa un risultato utile (meglio se una vittoria) a Istanbul, con i blu-arancioni che non sono quelli della scorsa partita, ma sono in forma e con una buona squadra. Sono sicuro che noi li possiamo battere.

Adesso avremo tempo per approfondimenti tattici, per studiare i nostri giocatori con le nazionali e per tifare l’Italia, anche se la qualificazione agli Europei 2020 l’abbiamo già ottenuta. La squadra deve continuare a LAVORARE sugli errori (soprattutto sull’ultimo passaggio e i tiri). Noi tifosi siamo chiamati a sostenerli. Nulla è pregiudicato sia in Serie A che in Europa League. Abbiamo tutte le qualità per raggiungere risultati più positivi. Daje Roma!

Many chances for Roma (on the rebound on the pole hit by Kolarov, Pastore shot with safety of goal, but Sepe makes a miracle). Few players used (inexplicable the bench for Florenzi, if not for a quarrel after the error in Roma-‘gladbach 1-1, but it is my guess). Many injured. Maybe Cengiz could play from the start, even if Pastore didn’t play badly, taking into account that already with the ‘gladbach, Perotti was not in shape. Probably I was wrong when I suggested the extra-pass, in the decisive moment of the game we didn’t pull in front of the goalkeeper as my friend Alessandro and @ gizzo97 pointed out to me. A few minutes later Sprocati’s goal arrived, replacing the injured Gervinho.

Many opportunities for them too. Parma is a good team, has already drawn with Inter at San Siro and will always be a difficult opponent for everyone. We too could unlock the game. The effective makes the difference as in Roma-Atalanta 0-2.

Cornelius’s goal comes when we are attempting the last desperate assault and they exploit a two-on-one attack.

It was a game that with a little more luck on our side we could win (we have to be more cynical and win even this kind of game where we don’t deserve to win). In Serie A, we are in sixth place, counting the unfavorable direct game with the Atalanta (Juventus 32, Inter 31, Cagliari 24, Lazio 24, Atalanta 22, Roma 22, Napoli 19). In the Europa League we still need to qualify (Istanbul Basaksehir 7, Borussia M’gladbach 5, Roma 5, Wolfsberg 4), where at this point it is essential to bring home a useful result (preferably a victory) in Istanbul, with the blues – oranges that are not those of the last game, but are fit and a good team. I’m sure we can win them.

Now we will have time for in-depth tactics, to study our players with the national teams and to support Italy, even if we have already obtained the qualification for the 2020 European Cup. The team must continue to work on the mistakes (especially on the last pass and the shots). We fans are called to support them. Nothing is affected in either Serie A or Europa League. We have all the qualities to achieve more positive scores. Daje Roma!

Giordano Sepi

L’avversario di domenica: il Parma. The opponent of sunday: the Parma Calcio 1913.

D’Aversa schiera un 433, soprattutto difesa e contropiede. Infatti, come potete vedere dall’immagine, il Parma è disegnato molto schiacciato in difesa, ma sono velocissimi a ripartire. Darmian (il terzino destro) è più offensivo di Gagliolo (il terzino sinistro), che è più un difensore centrale che un terzino. Quindi dobbiamo attaccare su entrambe le fasce, ma soprattutto su Darmian, ossia sulla loro destra, nostra sinistra. Di solito, entrambi i terzini rimangono bloccati sulla linea difensiva. E’ difficile che facciano la tattica del fuorigioco, quindi proviamo l’extrapass per far funzionare il meccanismo “io faccio segnare te”, “tu fai segnare me”. Ultimamente siamo troppo egoisti. Questa tattica ha funzionato anche l’anno scorso con il gol di Under. Scozzarella gioca davanti alla difesa, ma è più un giocatore difensivo aggiunto che un costruttore di gioco. Andiamolo a pressare che possiamo rubargli palla. Hernani può giocare al posto di Scozzarella, più bravo a costruire gioco, meno bravo a difendere. Kucka e Barillà sono entrambi dei mastini nel recupero palla. Kucka è molto bravo anche nel passaggio nei contropiedi. Gervinho è il giocatore chiave come lo era per noi quando giocava nella Roma. Molto veloce. Bravo nel dribbling sia con il destro che con il sinistro. E’ destro ma può sia fare l’assist che il tiro, anche se nel tiro non è mai perfetto. Difficilissimo da affrontare nell’uno contro uno. L’unico suggerimento che mi sento di dare è non indietreggiare, non tentare l’intervento, ma aspettare che lui scelga la direzione e poi chiuderlo con tempismo. Kulusevski è l’attaccante destro, ma è sinistro, quindi probabilmente si accentrerà per tirare. Cornelius è l’attaccante centrale. E’ alto e pericoloso di testa, ma è bravo anche sulla linea del fuorigioco.

Dobbiamo mettere in campo il massimo della concentrazione, il massimo del coraggio, tutto il nostro cuore, tutta la nostra testa e tutti i nostri polmoni. Possiamo e dobbiamo vincere. Daje Roma!

D’Aversa fields a 433, above all defense and counter-attack. In fact, as you can see from the image, Parma is drawn very low in defense, but they are very quick for the break. Darmian (the right-back) is more offensive than Gagliolo (the left-back), who is more a central defender than a full-back. So we have to attack on both sides, but above all on Darmian, that is on their right, our left. Both fullbacks usually get stuck on the defensive line. It is difficult for them to do the offside tactics, so let’s try the extra-pass to make the mechanism work “I make you score”, “you make me score”. We are too selfish lately. This tactic also worked last year with the Under goal (Parma-Roma 0-2). Scozzarella plays in front of the defense, but it is more an added defensive player than a play builder. Let’s go press that we can steal the ball. Hernani can play instead of Scozzarella, better at building play, less good at defending. Kucka and Barillà are both mastiffs in ball recovery. Kucka is also very good at passing through counter-attacks. Gervinho is the key player as he was for us when he played for Roma. Very fast. Bravo in dribbling with both the right and the left. He is right but he can both assist and shoot, even if he is never perfect in the shot. Very difficult to match in one on one. The only suggestion I can give is not to back down, not to try the intervention, but to wait for him to choose the direction and then to close it with timing. Kulusevski is the right forward, but he is left, so he will probably go towards the centre to shoot. Cornelius is the central striker. He is tall and dangerous for headshot, but he is also good on the offside line.

We must put in the pitch maximum focus, maximum courage, all whole hearth, our whole head and all our lungs. We can and must win. Daje Roma!

Giordano Sepi